About Us

The Sempiternus Family from Dennis Chambers Master Class

The Sempiternus Family from Dom Famularo Master Class

Mi chiamo Sergio Giovagnola, sono un ragazzo italiano di 33 anni, nato a Recanati in provincia di Macerata il 01/10/1984.

Sono un perito industriale diplomato all’Istituto tecnico, a seguito di una esperienza lavorativa in particolare, ho potuto adempiere e completare un corso di Alta Liuteria Italiana.

La passione della mia vita è quella musicale e quella per uno strumento musicale, ovvero la batteria. Vivendo nel pieno centro storico del mio paese, ho avuto da subito problemi di “rumore” con il mio strumento, così dovetti attendere fino all’età di 19 anni per costruirmi la prima sala prove insonorizzata, con i miei amici e potermi comprare
finalmente la prima batteria.
Prima di allora, studiavo ogni sera sui cataloghi delle più grandi aziende al mondo costruttrici di batterie e ne immagazzinavo ogni conoscenza tecnica e teorica.
Pur non avendo ancora acquistato una batteria reale, iniziai ad intendermi sia di legni che delle loro proprietà sonore, arrivando alle meccaniche che compongono l’intero Hardware e ne assaporavo ogni minimo dettaglio sia sulla timbrica che sulle finiture che sui suoni.
Arrivata la prima batteria iniziai percorsi scolastici e lezioni private che durarono per circa 10 anni, ma già da subito sentivo che ancora non avevo raggiunto la piena e appagante completezza su questo magnifico strumento e fu proprio da questa “insoddisfazione” che iniziai a progettare i miei primi fusti completamente a mano.

Inizialmente si trattava solo di progetti e disegni tecnici su tavola, ma che poi, durante il 2010 divennero per la prima volta realtà concrete.

Il tutto ha un gran senso ed un bella storia difatti:

Il motivo di tale progetto, nasce non solo dalla grande passione ed amore verso questo strumento musicale, unico nel suo genere, ma anche e soprattutto da una ESIGENZA, riguardante la ormai chiara e crescente insoddisfazione, sopratutto in campo professionale, della qualità timbrica e sonora nonché del prodotto stesso finito, che si riscontra ripetutamente nella stragrande maggioranza degli strumenti a percussione e non, che si vendono in larga scala oggigiorno nel mercato attuale. Di qualsivoglia marchio più o meno storico o conosciuto che sia, il malcontento sembra non mancare mai e distinguersi sempre.
Questa “non curanza” -se così si può definire- sulla qualità complessiva, dipende solo ed esclusivamente dai tagli sui costi della produzione seriale e dell’industrializzazione dello strumento, venendo meno al concetto stesso di musica come forma d’arte, dallo strumento musicale al musicista che lo suona e non di incremento di produzione ai minimi costi con materiali di dubbia provenienza e conformità; qui non si sta parlando di produrre mollette per appendere il bucato o di carte da gioco.
Il brand italiano SEMPITERNUS nasce appunto per colmare e sopprimere questa insoddisfazione e ignoranza verso la qualità totale che solo l’artigianato artistico di un mastro liutaio italiano può adempiere con piene facoltà e principi. I primi progetti risalgono al 2010, ove mi ritrovavo occupato principalmente nello studio della classica doga in legno massello, da tornire internamente ed esternamente, una volta creato il fusto poliedrico; ma pur verificando, che già con questa tipologia di fusto, il tamburo superava di gran lunga le caratteristiche standar di un prodotto di fascia Standard/professionale, non mi soffermai affatto, e continuai imperterrito con gli studi e le ricerche per inventare qualcosa di veramente NUOVO mai “udito” prima.
Nasce poco dopo tempo il modello “FASCIA UNICA”, una tipologia di fusto concepito e realizzato con una tecnologia differente dalle più comuni usate fino ad ora.
Il SEMPITERNUSFASCIA UNICA” prevede l’utilizzo di una unica fascia di legno massello, ovviamente delle essenze più pregiate al mondo, con stagionature studiate e dedicate alla realizzazione di strumenti musicali di Alta Liuteria Classica e che, piegata a mano col vapore acqueo, si unisce in una unica giunzione tagliata precedentemente in una diagonale con angolazione di 15°, questo per aumentare la superficie di fissaggio e scongiurare qualsiasi perdita di aderenza. Lo spessore della fascia di massello non supera mai i 5 mm, poiché è questo lo spessore studiato e stabilito per far vibrare senza alcuno sforzo l’intero perimetro della cassa armonica, esaltando il calore del timbro della nota e la “voce” di quel legno naturale curvato naturalmente, a partire dalle alte dinamiche di un rim-shot, fino ad arrivare alle impercettibili ghost-notes.

All’interno del fusto vengono innestati 2 cerchi di rinforzo, uno dal lato battente e l’altro dal lato risonante, realizzati alla medesima maniera del fusto, ovvero a mano col vapore (ovviamente anche i cerchi sono in puro legno massello della stessa identica essenza) e hanno il doppio dello spessore della fascia del rullante, ovvero 10 mm, per conferire al fusto più tenacia e stabilità in fase di accordatura delle pelli; le funzioni di tali cerchi di rinforzo, come descritto sopra, sono di fondamentale importanza sia per dare stabilità e resistenza a tutta la struttura della cassa armonica, sia per effettuare una fedele e statica accordatura ed in fine, sapientemente smussati con un angolo perfetto di 45° sia interno che esterno, hanno la funzione di “scivolo” dell’onda sonora prodotta dalla percussione, tramite la bacchetta o le mani, della pelle soprastante; ebbene questa onda sonora parte da sotto la pelle battente e si incanala perfettamente grazie al convogliamento dei 45° arrivando dritta al centro del fusto, facendo vibrare l’intera area armonica fino alla parte inferiore, concludendosi sulla pelle risonante e quindi sulla cordiera sottostante.

Tutto questo meccanismo, applicato ed elaborato in studi di registrazione altamente professionali, appurano che lo strumento in questione è in grado di emanare volumi vertiginosi con un controllo ed una versatilità unici nel proprio genere, inoltre, facendo così vibrare e risuonare l’intera area armonica con la stessa identica frequenza ed intensità su ogni millimetro quadrato di cui essa è composta. Grazie a questa nuova tecnologia: armonici, volumi e timbri così distinti e definiti non si sono mai uditi prima.

Abbiamo l’obbligo di discostarci totalmente dalla falsa credenza che i tamburi emettano solo una specie non definita di “rumore” o che, peggio ancora, sono privi di nota.

Le note esistono e come sui fusti della batteria! In particolar modo poi sui rullanti!

Basta solo avere la tecnica e la tecnologia adeguate per creare uno strumento che sia poi in grado e all’altezza di ”cantare come un usignolo, anziché gridare e basta”.

Molti musicisti potranno essere pur scettici su tale principio della SEMPITERNUS, ma del resto è perdonabile, poiché nessuno prima d’ora ha mai sentito SUONARE/CANTARE un SEMPITERNUS!

La compattezza e completezza di risposta in frequenza tra le varie dinamiche è distinguibile persino ad orecchio, ma il vero sound vibrazionale ed emozionale viene ben risaltato in studio di registrazione durante le session recording.

Il marchio stesso della casa recanatese è stato studiato in maniera tale da renderlo unico, affascinante e di classe, pur non compromettendo in maniera alcuna la cassa armonica; infatti il marchio è stato inciso direttamente sul legno massello con una punta di diamante su pochi decimi di millimetro di profondità, in seguito decorato a mano con pennello e colori professionali. Nessuna vite che fora il fusto! Nessuna etichetta che stoppa la vibrazione! Nessuna piastrina metallica che possa in qualche maniera disturbare o opprimere la normale vibrazione della cassa armonica.

Pensate che cosa accadrebbe se avvitaste con ben 4 viti una bella piastrina disegnata di metallo al centro della tavola armonica di una viola o magari di una chitarra classica o di un contrabbasso! In quanto musicista io getterei via immediatamente lo strumento e mi affiderei a chi veramente dedica anima, cuore ma anche molto ingegno ed intelligenza alla costruzione di uno strumento perfetto!

Il design dei blocchetti a sfera, realizzati anch’essi a Recanati con macchinari altamente tecnologici come torni e centri di lavoro CNC, conferiscono lo stile inconfondibile del SEMPITERNUS ed una durata eterna grazie agli acciai speciali utilizzati per la loro costruzione, in grado di assorbire la vibrazione e scaricarla senza “disturbare”la cassa armonica, inoltre sono anche anti-spanatura grazie alla ricca percentuale di carbonio presente nell’acciaio, che conferisce loro una durezza e robustezza incredibili al passo filettato americano 7/32° Whitworth. In fine, non sono stati semplicemente cromati, ma trattati elettrochimicamente con il Nickel/Chrome per una finitura superiore ed una durata garantita.

Unico nel sound, unico nello stile, inimitabile nella realizzazione, indispensabile per il vero professionismo, garantito per sempre.

Sempiternus appunto!

My name is Sergio Giovagnola, I am a 33-year- old Italian boy, born in Recanati in the province of Macerata on 10/1/1984.

I am an industrial expert graduated from the Technical Institute, following a particular work experience, I have been able to fulfill and complete a course of High Italian Violin Making.

The passion of my life is that of music and that of a musical instrument, or the drums. Living in the historical center of my country, I immediately had problems of ‘noise’ with my instrument, so I had to wait until the age of 19 to build the first soundproofed practice room, with my friends and I could finally buy the first battery. Before that, I studied every evening on the catalogs of the world’s largest battery- making companies and stored all technical and theoretical knowledge.
Although I did not yet buy a real battery, I began to understand both wood and its sound properties, coming to the mechanics that make up the entire hardware and I savored every little detail on the timbre that on the finishes that sounds. When the first battery arrived I started school and private lessons that lasted for about 10 years, but I immediately felt that I had not yet reached the full and satisfying completeness on this magnificent instrument and it was from this ‘dissatisfaction‘ that I started to design my own first stems completely by hand.

Initially it was only technical projects and drawings on board, but then, during 2010, they became concrete reality for the first time.

Everything has a great sense and a good history in fact:

The reason for this project is born not only from the great passion and love towards this musical instrument, unique in its kind, but also and above all from a NEED, concerning the now clear and growing dissatisfaction, especially in the professional field, of the tonal and sound quality as well as the finished product itself, which is repeatedly found in the overwhelming majority of percussion and non-percussion instruments, which are sold on a large scale nowadays in today’s market. Of any brand more or less historical or known that it is, the discontent seems to never fail and always stand out. This "non-curing" – so to be defined – on the overall quality, depends exclusively on the costs of serial production and the industrialization of the instrument, failing to the concept of music as an art form, from the musical instrument to the musician who plays it and does not increase production at the lowest cost with materials of dubious provenance and conformity; here we are not talking about producing clothes pegs for hanging laundry or playing cards.

The Italian brand SEMPITERNUS is born precisely to fill and suppress this dissatisfaction and ignorance towards the total quality that only the artistic craftsmanship of an Italian master violin maker can fulfill with full faculties and principles.
The first projects date back to 2010, where I found myself mainly occupied in the study of the classic solid wood slat, to be turned internally and externally, once the multifaceted stem was created; but even verifying, that already with this type of drum, the drum far exceeded the standard features of a standard / professional product, I did not stop at all, and continued undeterred with the studies and research to invent something really NEW never ‘heard’ before.

The ‘FASCIA UNICA‘ model is born shortly afterwards, a type of stem conceived and manufactured with a different technology from the most common used up to now.
The SEMPITERNUS ‘FASCIA UNICA’ foresees the use of a single solid wood band, obviously of the finest essences in the world, with seasonings studied and dedicated to the production of musical instruments of Classical High Violin Making and which, hand-folded with water vapor, it joins in a single joint cut previously in a diagonal with an angle of 15 °, this to increase the fixing surface and to avoid any loss of adhesion. The thickness of the solid wood band never exceeds 5 mm, as this is the thickness studied and established to make the entire perimeter of the sound box vibrate effortlessly, enhancing the warmth of the note's timbre and the ‘voice’ of that wood naturally curved naturally, starting from the high dynamics of a rim-shot, up to the imperceptible ghost-notes.

Inside the frame two reinforcing rings are inserted, one on the hinged side and the other on the resonant side, made in the same way of the stem, or by hand with steam (obviously the rims are also made of pure solid wood of the same identical essence ) and they have twice the thickness of the snare band, or 10 mm, to give the stem more tenacity and stability during the tuning phase of the skins; the functions of these reinforcing rims, as described above, are of fundamental importance both to give stability and resistance to the whole structure of the sound box, and to make a faithful and static tuning and in the end, skilfully beveled with a perfect angle of 45 ° both internal and external, have the function of "slide" of the sound wave produced by the percussion, through the wand or the hands, of the skin above; well this sound wave starts from under the beating skin and is channeled perfectly thanks to the conveyance of 45 °.

Coming straight to the center of the stem, making the whole harmonic area vibrate up to the lower part, ending on the resonating skin and then on the tailpiece below.
All this mechanism, applied and elaborated in highly professional recording studios, ascertain that the instrument in question is able to emit vertiginous volumes with a unique control and versatility in its genre, furthermore, making the whole harmonic area vibrate and resonate with the exact same frequency and intensity on every square millimeter of which it is composed. Thanks to this new technology: harmonics, volumes and timbres so distinct and defined have never been heard before.

We are obliged to completely deviate from the false belief that the drums emit only an undefined species of ‘noise’ or that, worse still, are not known.

The notes exist and like on the drums of the battery! Especially then on snare!

It is enough to have the right technique and technology to create an instrument that is then able and able to ‘sing like a nightingale, instead of just shouting’.

Many musicians may be skeptical about this principle of SEMPITERNUS, but after all it is forgivable, since nobody has ever heard SOUND / SING A SEMPITERNUS!

The compactness and completeness of frequency response among the various dynamics is distinguishable even by ear, but the true vibrational and emotional sound is well highlighted in the recording studio during the session recording.

The brand itself of the Recanati house has been studied in such a way as to make it unique, fascinating and classy, ​​while not compromising in any way the sound box; in fact, the brand was engraved directly on solid wood with a diamond tip on a few tenths of a millimeter of depth, then hand decorated with a brush and professional colors. No lives that pierces the stem! No label that stops the vibration! No metal plate that can in any way disturb or oppress the normal vibration of the sound box.

Think what would happen if you screw a nice metal plate in the middle of the viola soundboard or maybe a classical guitar or a double bass with 4 screws! As a musician I would immediately throw away the instrument and I would entrust myself to those who truly dedicate their soul, heart, but also a lot of ingenuity and intelligence to the construction of a perfect instrument!

The design of the ball blocks, also made in Recanati with highly technological machinery such as lathes and CNC work centers, give the unmistakable style of the SEMPITERNUS and an eternal duration thanks to the special steels used for their construction, able to absorb the vibrate and discharge it without ‘disturbing’; the sound box, also they are also anti-stripping thanks to the rich percentage of carbon in the steel, which gives them incredible hardness and robustness to the American threaded pitch 7/32 ° Whitworth. In the end, they were not simply chromed, but electrochemically treated with Nickel / Chrome for a superior finish and guaranteed durability.

Unique in sound, unique in style, inimitable in its construction, essential for true professionally guaranteed forever.

Sempiternus indeed!